login
faq
shopping cart

5 meravigliose alternative ...




Oggi ti ho pensata perchè dopo avere letto alcune delle risposte alla mia ultima mail, ho sentito nell'aria una sorta di affaticamento generale seppur supportato da tanto ottimismo e speranza. 
Allora mi è venuta voglia di farti un saluto veloce per sapere come stai e per mandarti un piccolo regalino che puoi stampare e attaccare davanti alla tua scrivania o sul tuo frigo.

Siamo a martedì e già stai sentendo sulle spalle il peso della settimana, degli impegni, delle difficoltà che ti si prospettano nei prossimi giorni?

Ecco cosa fare, in meno di 1 ora per smettere di arrovellarti con angoscia ed ansia sui tuoi problemi e recuperare la serenità e l'equilibrio necessario a prendere le giuste decisioni.

Questa settimana, fai almeno una di queste cose e poi fammi sapere cosa hai scelto!


 
0 Commenti Data . 14 ott 2014 19:34 Categoria . Life Coaching, Vale's lifestyle

La migliore domanda



Lo so.

E' passato un sacco di tempo dall'ultima mail che hai ricevuto da parte mia!

Non ero sparita, ero solo indaffarata e dedicata a tanti progetti, alcuni dei quali ti coinvolgono direttamente.

Eh sì.

Infatti ti consiglio di seguire quel che succederà qui attorno nelle prossime settimane, perché sto per sfornare succulente e fumanti proposte per Te e penso proprio che ti piaceranno.

Ma non credere, non ho solo lavorato. :-)

Ti confesso che mi sono presa anche una necessaria e pigrissima vacanza.

Un paio di settimane di totale relax.

Niente di esotico. Libri. Musica. Passeggiate. Chiacchiere. Famiglia. Bagni caldi e cenette salutari.

Insomma, quei semplici piaceri della vita che ti riconnettono potentemente con chi sei e ti ridanno quella carica di energia che serve per ripartire alla grande e continuare ad essere al tuo servizio al meglio possibile!

Ma torniamo a noi e al titolo della mail di oggi

La migliore domanda al mondo. Eccola.

Se tu fossi la migliore al mondo in quel che fai, come ti comporteresti?

Leggevo l'altro giorno un blog di cui non riesco a ricordare il nome, eppure queste parole mi sono rimaste impresse e mi hanno fatto riflettere parecchio. 

Si sono attaccate o, per meglio dire, hanno attecchito nella mia mente, al punto che spesso mi rendo conto di ripeterle a mo' di mantra causando come effetto collaterale immediato un potente stimolo ad entrare in azione e un'incredibile senso di centratura.

Così oggi, come lo chiedo a me stessa, ti chiedo:

 

Se tu fossi la migliore al mondo in quello che fai ... 

 

  • Vorresti stare 15 minuti all'ora su Facebook, o forse 15 minuti al giorno?
  • Vorresti invidiare ossessivamente altre donne che sembrano avere molto successo o essere più popolari di te o preferiresti essere contenta per loro?
  • Vorresti rispondere nervosamente e in malo modo alle persone che ami o vorresti respirare, ascoltare e prenderti del tempo per rispondere con calma o semplicemente esserci?
  • Vorresti prendere ogni nuovo lavoro o cliente, oppure vorresti selezionare i lavori ed i progetti che ti stimolano ed ispirano di più?
  • Vorresti eliminare le persone negative dalla tua vita?
  • Vorresti ripulire gli armadi e vendere le vecchie cose su Ebay?
  • Vorresti fare 10 minuti di meditazione tutte le mattine?
  • Vorresti scrivere il tuo e-book?
  • Vuoi partecipare ad un corso?
  • Vuoi tenere un corso?
  • Vuoi riempire le tue giornate di bellezza, comprare fiori, tessuti e circondarti di colori che ti mettano di buon umore?
  • Vuoi essere più disponibile?
  • Vuoi imparare a dire di no?

 

Rifletti su queste domande. Ponitele.

 

Vuoi strisciare o vuoi volare?

Vuoi gracchiare o vuoi ruggire?

 

Io sto interrogandomi molto in questi giorni. E mi sento davvero molto connessa. Centrata. Motivata.

Usa queste domande. Ed altre che hanno a che vedere su cosa farebbe la migliore versione di Te stessa.

 

E poi vai. Onorati.

Sii te stessa.

Sii di più.

 
0 Commenti Data . 10 ott 2014 08:40 Categoria . Life Coaching, Vale's lifestyle

Chi e' il piu' felice





Che ho tanti difetti e limiti, si sa.
E facendo il lavoro che faccio, giuro che ci sto lavorando su :-)
Eppure, qualche talento ce l'ho anche io ed una delle cose che mi riesce bene è l'essere felice.
L'essere di buon umore, insomma.

 

Lo stare bene, ecco.
Io sono il tipo
che sorride sempre, per dire.
Sono una di quelle che vede i bicchieri mezzi pieni, insomma.
Una di quelle che
non riesci a demotivare nemmeno se la paghi.
Oggi che ho 40 anni, credo di essere stata poco popolare come adolescente, anche per questo motivo !!
Alcuni dicono che sia stata una mia fortuna, che sia il "carattere" e sicuramente un po' lo è.

Eppure oramai mi sono resa conto che non si tratta solo di fortuna, perchè è da quando sono bambina che mi alleno alla felicità .
Non me ne ero accorta prima, ma oggi so con certezza che è così.
Ho adottato inconsciamente tante "tecniche" e "strategie" mentali per produrre in me uno stato emotivo felice per buona parte delle mie ore di veglia e l'ho fatto davvero senza accorgermene.
Solo oggi, dopo tanti anni di esperienza e dopo quello che ho studiato, ho capito che cosa ho fatto ed ho capito come mai io sono così Happy Vale
- già, questo è il soprannome che mi dà chi mi conosce bene.


Una delle tante strategie istintive e semplici che ho applicato e che oggi voglio condividere con te, è quella del dimenticare.

Sì, hai letto bene, dimenticare. 

Chiedimi di un viaggio, di un'avventura, di un concerto, di un'emozione bella, di una lezione, di una persona affascinante, di una sfida... e posso parlartene per ore, entrando nei dettagli, nei colori, nel profumi, nei sapori. Di certi ricordi posso citarti, parola per parola, le conversazioni di quel momento.

Chiedimi di una lite, di una malattia, di una brutta esperienza, di qualche disavventura... e
non ricordo quasi nulla. Zero. Cancellato. Annullato. Nemmeno se mi sforzo, riesco a trovare il file nei cassettini della mia memoria.

Come ho fatto? Dopo avere affrontato un'esperienza negativa, ho memorizzato la lezione appresa e poi non ci ho pensato più.
Non ci ho semplicemente messo più nessun tipo di attenzione o energia. Ho focalizzato i pensieri su altro. Semplice semplice.

Penso senza ombra di dubbio che anche Tu utilizzando lo stesso approccio,
possa eccellere nell'arte della felicità e del vivere bene!
Perciò , visto che la memoria è selettiva e che dentro il tuo archivio mentale personale è meglio non avere né confusione, né troppa quantità di informazioni inutili e magari anche dolorose, scegli con cura cosa memorizzare.

E tutte le volte che puoi, cancella i brutti ricordi del passato.
E ripeti a Te stesso.

" Quel che mi ha infastidito, non mi incuriosisce più. Quel che mi infastidisce, non mi incuriosisce."

Uno dei miei mantra preferiti.

Sappi che c'è un effetto collaterale nel dimenticare i brutti ricordi.

A forza di pensare tanto a quel che ti ha fatto stare bene, attiri nella tua vita situazioni, persone, avventure ed emozioni simili che ti faranno stare altrettanto bene e forse anche di più.
Perciò, vedi Tu!! :-)

 
0 Commenti Data . 20 giu 2014 16:24 Categoria . Autenticita', Success, Vale's lifestyle

Sorprendente!



 

 

Ecco, vedi.
Non ho dubbi che i pensieri creino la realtà.
Diciamo che è qualcosa che tutti noi sappiamo da sempre, ma sembra che spesso, in molti ce ne dimentichiamo ed iniziamo a credere il contrario.
Ovvero che siano le circostanze a dover influenzare i nostri pensieri.
Che pasticcioni che sappiamo essere, eh?!
Ma non è così.
Senti questa.
Vedi questa frase con lo sfondo sui girasoli? Ebbene, questa stessa frase campeggia sulla bacheca in sugero che è proprio qui, davanti a me, appesa di fronte alla postazione dalla quale lavoro e spendo buona parte delle mie ore operative.
"Ricevo piacevoli e meravigliose sorprese inaspettate."

Bella frase. Fa sorridere. Da quando l'ho scritto ed appeso, mi è sembrato un bel pensiero a cui credere. Un bel seme da seminare nella mia mente, per fare accadere sempre qualcosa di magico nelle mie giornate.
E lo leggo tutti i giorni e più volte al giorno
. Perchè davvero credo che i miei pensieri creino la realtà.
Perciò mi piace indugiare la mattina con il mio mug fumante di caffè in mano, sorridendo ed ipotizzando quale meravigliosa sorpresa inaspettata possa riservarmi l'universo.
Un po' sogno ad occhi aperti, quel tanto che basta per far vibrare le emozioni al ritmo della fantasia.
E poi, con fiducia e fede che una sorpresa arriverà, mi metto a fare quel che devo fare e penso ad altro.
Ebbene, una sorpresa inaspettata è arrivata.
Una sciocchezza forse. Ma la trovo meravigliosa.
La TIM mi ha scritto 4 lettere.
2 lettere di scuse, per errore di calcolo nelle mie bollette e 2 lettere contenenti ...
DUE ASSEGNIa me intestati, come rimborso dell'importo da me eccessivamente versato.
Ecco.
Ditemi, non è forse questa una sorpresa inaspettata?
Non ha un che di quasi magico?
Si era mai sentita una cosa del genere?
Non so a voi, ma a me non era mai capitato
Perciò io ve lo racconto e lo condivido con voi.
Credeteci.
Abbiate fede.
Aiutatevi con questi piccoli escamotage:
un post-it con una frase, un motivetto allegro, un desktop con una citazione.
Nutrite la vostra mente di pensieri belli, perchè poi, quei pensieri, diventeranno realtà.

Che frasi scriverete questa sera? Buona creazione!

 
0 Commenti Data . 19 giu 2014 08:34 Categoria . Autenticita', Vale's lifestyle

Autenticita' #2 Il Segreto della Bellezza



Sinceramente mi piace pensare che siamo noi a poter dettare le regole della nostra vita. All’inizio del mio arrovellarmi su questo pensiero, dentro di me questa era solo una grande speranza, ma dopo anni di studi e di esperienza, oggi sono convinta e certa che sia così, che siamo noi a poter decidere il nostro destino. La nostra strada.

Già. Perché certe scelte di vita importanti come anche le piccole decisioni di tutti i giorni, non sono altro che piccoli passi che facciamo nel presente per creare il nostro futuro. E se cominci a dubitarne o peggio a dare la colpa agli altri per come le cose stanno andando nella tua vita, allora perdi il controllo e torni in balìa del caso , lasciando che la realtà che vedi, condizioni la tua, di realtà.

============================================================

Pensiamo anche alle piccole scelte qutodiane, per dire: io sono cresciuta, e tante altre donne come me, con un forte martellamento mediatico, diciamo che io sono di quella generazione che ogni giorno credeva che per VALERE , fin dall’adolescenza, avrebbe dovuto comprare un mascara o un rossetto o uno shampoo.

Perché solo allora, quando avessi avuto in mano quel tal prodotto, avresti potuto affermare “Io valgo”. Ti dice qualcosa? :-)

Oddio, non è che ce lo dicevamo tutti i giorni in faccia, eh? Ne’ ce ne siamo mai messe troppo a discutere tra di noi, della nostra bassa autostima. Ma è sempre stato ed è tuttora un pensiero sotteso, subliminale, subdolo che si diffonde nell’aria che respiriamo e diventa parte di noi e del nostro modo di pensare a noi stesse. E’ come se i pubblicitari ci dicessero “ Tesoro, non sei abbastanza brava … bella … atletica … e puoi rimediare a questa tua inadeguatezza solo se compri questo prodotto.”


Loro fanno leva su una nostra debolezza interiore – [ loro fanno il loro lavoro e sappi che io amo chi si occupa di pubblicità. Questo mio non è un giudizio su di loro, ma un’osservazione su come noi percepiamo gli stimoli che ci vengono offerti]  - e sui condizionamenti che abbiamo accettato dalla società e noi continuiamo a sentire che in noi ci sia qualcosa di sbagliato, non accettandoci, non amandoci e ricorrendo a soluzioni esterne per compensare questo nostro sentimento di inadeguatezza. Io ho avuto la fortuna , circa millemila anni fa, di occuparmi dei casting per le sfilate, di grandi sfilate di prèt à porter a Milano e nel mondo.

E’ un lavoro che ho fatto per tanti anni e, agli inizi, le modelle che giravano nei backstage in cui io lavoravo erano donne del calibro di Naomi Campbell, Cindy Crawford, Eva Herzigova, Claudia Shiffer, Carla Bruni e Linda Evangelista, per dirne alcune. Posso rivelarti un segreto, certo, loro erano meravigliose, stupende, favolose. Ma quando fai un casting in cui vedi 100 donne, ti rendi conto di qual è il vero elemento che fa la differenza, quello che ti fa scegliere.

E non è la bellezza esteriore.

Perché belle, le modelle, lo sono tutte. Una modella brutta, francamente, in 15 anni di onorata carriera nel fashion system non l’ho mai vista. Mai.

Ma spesso quello che fa la differenza non è un fattore estetico, esteriore.


>>> Vuoi sapere qual è il segreto della bellezza?


E’ interiore. Totalmente interiore. E’ quanto una modella si piace e si accetta. Quanto è sicura di sé, spontanea, quando si percepisce interiormente bella. Se “senti” che lei si ama, che è autentica allora ti piace di più. Ed è allora che la scegli.

[ Osserva con cura Kate Moss - vedi foto - ai suoi esordi e nota quanto sia vero che il suo aspetto, oggettivamente, non fosse più bello di quello di altre, ma invece è la sua convinzione e la sua autenticità, il suo modo unico di essere camaleontica ma se sè stessa, ad averne fatto la neverending Topmodel Diva che oggi è ].


Ebbene sì. Anche tra le belle, c’è chi si sente inadeguata. Insicura del suo aspetto. Pensa un po’, persino le modelle non si piacciono.

Ecco, perciò ti chiedo: e se invece di pensare che per essere qualcosa di meglio, tu debba comprare un prodotto, somigliare a qualcun altro, stravolgere la tua essenza, tu ti lasciassi più semplicemente ESSERE chi sei tu veramente?


>>> Se tu fossi chi sei anziché chi o cosa gli altri hanno pensato, suggerito,deciso che tu sia?


Essere te stessa. Diversa. Strana. Originale. Bassa, alta. Tonda, magra. Mora, bionda. Semplicemente tu. Perché non dettare noi le regole?

Non parlo di trascurarsi e di non prendersi cura del proprio aspetto esteriore. Non parlo di non volersi migliorare o crescere. Sto dicendo di valorizzare chi siamo prima di tutto interiormente e poi anche esteriormente, senza volere diventare qualcos’altro da noi.

Devi capire, una volta per tutte, che sei abbastanza bella, brava, all’altezza, così come sei.


============================================================



Perché tu vali.

Ma non devi avere bisogno che “loro “ te lo dicano. Né che te lo dica io. Lo devi sapere e credere dentro di Te.

 
2 Commenti Data . 15 giu 2014 15:37 Categoria . Autenticita', Life, Life Coaching, Vale's lifestyle
vedi tutti gli articoli

CERCA


cerca

TAGS


Femminile Attenzione Oprah Winfrey The Secret cambiare sorprese libri erotici ottimismo Bobby McFerrin Napoleon Hill vincere la timidezza Mamma single Ali Brown Cartier Sfilate STAGE 40 anni in forma amicizia Confucio post-it Bacheca dei Sogni Visualizzare Vita George Clooney Affermazioni Bob Proctor autenticità cielo Esercizi Fashion Desiderio cervello sfida John Lennon reinventarsi diario coaching crescere Sheryl Sandberg valore promozione Subconscio newsletter Video stivali Ama Te Stessa ADELE sognare felice imprenditoria femminile Esther Hicks originale Felicita' Styling Coach Oregon Linda Evangelista Frida Kahlo gioco time management zona di comfort gentilezza giornata storta PNL Cascata Foo Fighters coccole Kate Moss intuito vestiti social network lavoro ideale 2014 ricominciare Facebook pioniere Seth Godin mamma Creatività Immaginazione corsi endorfine Richard Bandler dieta Bambini Dolomiti superare ostacoli amore Coca Cola Un corso in miracoli toccare pudore presenza Entusiasmo Impegno Progetti vincenti orgasmo Margaret Thatcher crederci Prestigio Talento fretta avere un perche' Scintillante idee energia Zen linguistica start up Pensare dimenticare il passato rock Natura produttività ispirazione paura The Great Discontent training 27ma ora cinema Revenge Pinterest accampare scuse iPad autosuggestione Legge dell'Attrazione Tempo stop critiche papavero Tony Robbins Trasformazione libertà Bridget Jones Tan Le addominali piatti camminare scuse Evea Herziogva energia femminile Gravidanza tubino nero Procrastinare mettersi in proprio benessere Self-image Steve Jobs per sempre TV separazione David Grohl Coincidenze Fortuna Sex and The City consapevolezza chiarezza Kabbalah buoni propositi cibo donne trench ordinare William Shakespeare Carrie Bradshaw Futuro mare Naomi Campbell Karma immagine Ricchezza Saranno Famosi Mikhail Baryshnikov stile, bella, felice, vestirsi Zorba il Greco migliorare Effetto Farfalla coglioneNo dimagrire Olimpiadi mente dormire bene eleganza Whitney Houston Annie Lennox abbondanza Louise Hay oceano Mastermind Yosemite National Park Natale ombrello Scopo Legge della Gestazione Owen Fitzpatrick Carla Bruni vicino ridere Piedi Nudi Look Speranza business San Francesco d'Assisi Iphone 100 giorni Bellezza Successo fiducia in se stessi soldi responsabilità Obiettivo Delfini femminilità 2013 Armadio Stile attitude Internet Potenziale Infinito Thomas Edison Moda Mindvalley Manager in carriera arte autostima neuroni Creare denaro meditazione passione guru Fede Madonna Strada Giusta coraggio 2012 James Allen gratitudine leggere Crociere tailleur Persistenza Paulo Coelho TED Decisione sbagliare convinzioni relax Perfezione Visione pioggia evoluzione percezione vivere bene Legge della Compensazione cantare Carlos Castaneda Scrivere un libro domani consigli piacere Serenità Zara abito